Cos’è la Vitamina B12?

Vitamina B12 sublinguale.

La vitamina B12 è necessaria al normale metabolismo del tessuto nervoso e partecipa al metabolismo delle proteine, dei grassi e dei carboidrati.

La vitamina B12 contribuisce anche ad una migliore funzione del ferro nell’ organismo, aiuta l’acido folico nella sintesi della colina, aiuta il fissaggio della vitamina A nei tessuti dell’organismo, assistendo il carotene nel suo assorbimento o conversione in vitamina A. Partecipa inoltre nella produzione di DNA, il nostro materiale genetico.

In natura la sintesi della vitamina B12 avviene solo per opera di microrganismi, alcuni batteri e archei, presenti sui vegetali. Qualche decennio fa la fonte di vitamina B12 per gli umani e per gli animali era la contaminazione dei vegetali da parte di tali microrganismi deputati alla sintesi della vitamina B12, e soltanto mangiando i vegetali ricchi di tali batteri o archei, eravamo in grado di assumere una quantità di vitamina B-12 sufficiente al nostro benessere. Con l’impoverimento dei terreni e la necessità di lavare sempre meglio i vegetali, per le norme sull’igiene degli alimenti, i vegetali sono privati dei batteri che permettono di sintetizzare la vitamina B-12, creando un esigenza  imperativa nell’impiego di integratori di vitamina B12.
Nell’intestino umano esistono batteri sintetizzanti cobalamina ma sono situati in zone dove il fattore intrinseco non arriva per cui l’assorbimento di vitamina B12 risulta generalmente molto scarso.
Essendo la principale fonte di vitamina B12 di origine batterica, come accennato,  ne consegue che a seguito del lavaggio dei vegetali la vitamina B-12 in essi ancora presente risulta in quantità insufficienti a coprire le esigenze dell’organismo, inoltre a causa della struttura più complessa e  più grande della vitamina B-12, rispetto alle altre vitamine del gruppo B, essa risulta difficilmente assorbibile e quindi insufficiente per il regolare svolgimento delle funzioni fisiologiche dell’organismo, nonostante il suo fabbisogno giornaliero sia decisamente minimo rispetto alle altre vitamine del gruppo B, circa 1/1.000 del fabbisogno delle altre vitamine del gruppo B-

Attualmente sappiamo che le fonti alimentari di vitamina B1-2 attiva nella nostra dieta sono la carne, il pesce, le uova e in minor quantità i latticini (prevalentemente stagionati) in quanto negli allevamenti che si occupano della produzione di questi alimenti vengono a sua volta utilizzati integratori di vitamine tra cui anche la vitamina B-12. La vitamina B12 presente nelle proteine di origine animale comincia il suo assorbimento  nello stomaco e termina nell’ileo, grazie all’associazione con il fattore intrinseco.

E’ imperativo, nelle diete latto-ovo-vegetariane e vegane, integrare la vitamina B12 in modo continuativo (non saltuariamente o a cicli), al fine di ottenere il massimo dei vantaggi dalla dieta vegetariana, annullando gli effetti dannosi della carenza di B-12.